Mangox World

Just another way to communicate

Governo…ombra? Di chi o di che?

 

Potere dell’autosuggestione! Il meccanismo della mente è proprio perverso.

Un partito perde l’elezioni. E anche malamente. E si consola formando il governo ombra…

Una volta sentii D’ALEMA che si consolava dichiarando “ abbiamo vinto l’opposizione“.

Questa volta ci si consola con la formazione del governo ombra. Ma che vuol dire?

Continua a leggere

maggio 11, 2008 Posted by | campagna elettorale, di pietro, elezioni, fringe & benefits, governo-ombra, ministri, onorevoli, politica, riduzione Ministri, spartizioni | , , , , , , | 9 commenti

QUANDO IL FORNITORE DIVENTA…PARTNER

Il rapporto fornitore/cliente analizzato sotto un profilo insolito e ironico:
ne deriva un ritratto abbastanza’curioso’ di un partner con il quale molte aziende si trovano a collaborare.

partner-e-cliente.jpg

In inglese, la parola partner ha più di un significato. Questo termine viene usato anche a sproposito… si parla di partner nel gergo sportivo,si parla di partner per attività sessuali, si parla di partner per indicare i soci di un gruppo cooperativistico. Il significato che mi piace di più – quando è applicato a un fornitore di servizi – è quello di collaboratore scelto, che…
Continua a leggere

maggio 27, 2007 Posted by | accordi commerciali, associazioni a delinquere, attività sessuali, clienti intelligenti, fringe & benefits, partner, prestazioni di servizi, spartizioni di territorio, tiratore, tradimenti commerciali | 1 commento

Fringe Benefits: generalità e assurdi della Casta

Sono esclusi da questa presentazione i fringe benefits dei nostri politici, subpolitici e tutto l’indotto ed il corrotto che gravitano intorno ad essi:
Comincio a citare provocatoriamente:
viaggi gratuiti (treno e preferibilmente aereo);
accesso gratuito a eventi che per i comuni sudditi sono a pagamento;
inviti ad eventi di prestigio e culturali: Scala, Festival del Cinema, spettacoli televisivi ecc.;
MI ASPETTO SUGGERIMENTI DEI LETTORI PER AMPLIARE LA LISTA.
Senza dubbio il libro di cui si parla di più in questo periodo (Maggio 2007) non diventerà mai obsoleto. Mi riferisco al libro la-casta.png
di cui vi anticipo il contenuto immagine-2.png

Di sicuro i vantaggi diretti e indiretti di chi fa la politica di mestiere e che è un gestore della res publica sono tanti: prestigio, fama, soldi, conoscenze, potere, raccomandazioni, facilitazioni di ogni genere, in alcuni casi scorta e protezione – o comunque un occhio di riguardo– e spesso ci scappa anche il sex. Sta di fatto che la gestione della res publica diventa sempre più privata… ma secondo le nuove tendenze, dovremmo stare più tranquilli: chi supera la soglia di ricchezza di 15 milioni di euro dovrebbe essere interdetto dalla politica. Bravi!!! E tutte quelle mezze “maniche” che hanno un potere operativo (di occultamento o propulsione pratiche, permessi, licenze e timbri di OK) dove li paracadutiamo? Del resto non c’è legge che tenga. Basta trovare i soliti prestanome per splittare in più mucchietti il capitale; oppure c’è sempre il materasso e i divani. Poggiolini docet o no?
Continua a leggere

maggio 14, 2007 Posted by | casta, corruzione, denuncia malcostume, fringe & benefits, privilegi, res privata, sex, vantaggi ai confini della lealtà | 1 commento

Sarebbe disonorevole per gli onorevoli?…


• Le famiglie del ceto medio non arrivano alla fine del mese… (figuriamoci quelle povere)
• Dobbiamo salvaguardare il potere d’acquisto delle famiglie
• L’indebitamento delle giovani coppie aumenta per il mutuo della casa
• Bisogna occuparsi dei giovani
• É cresciuta l’occupazione dell’x% (mettete un numero a caso, tanto nessun cittadino ha il tempo per verificare il dato)
• L’inflazione è diminuita dell’x% ( stesso discorso del punto precedente)

Queste sono solo alcune delle frasi ricorrenti sulla bocca dei nostri politici, prestate ai giornali di partito per vendere più copie, ma che ormai fanno parte del vaniloquio quotidiano a cui siamo avvezzi. Pare che i partiti si accapiglino per le tasse da aumentare o da diminuire… ICI sì, ICI no, agevolazioni sulla prima casa, aggravi per le seconde case, per i beni di lusso, per la quantità legale di cannabis, per i Dico, per la legge sull’immigrazione, per l’ambiente…
Insomma si litiga su tutto e per tutti tranne che per l’aumento di stipendio ai Parlamentari, che incredibilmente viene approvato per alzata di mano.

È disonorevole proporre un Referendum per approvare l’aumento di stipendio agli onorevoli?
Continua a leggere

aprile 29, 2007 Posted by | aumento di stipendio, fringe & benefits, onorevoli | 3 commenti