Mangox World

Just another way to communicate

e-mail vs posta tradizionale

Anno 1998
Vantaggi della posta elettronica rispetto a quella tradizionale:

• Rapidità e certezza di consegna
• Semplicità di scrittura (spostamenti e ripensamenti non lasciano traccia e non obbligano a trascrivere tutto in bella) e di spedizione (è sufficiente un click sull’indirizzo del destinatario)
• Possibilità di allegare ogni tipo di informazione digitale (suoni, immagini, filmati, files)
• Possibilità di comunicare anche a voce (con dispositivi appositi ancora non molto diffusi)
• Possibilità di controllare il mittente
• Possibilità di creare facilmente un numero qualsiasi di copie di una lettera
• Possibilità di corrispondere con più persone contemporaneamente in un’unica discussione comune
• Costi ridotti
• Poco ingombrante: un floppy disk può contenere oltre 1000 lettere
• Facilità di archiviazione: ogni informazione digitale può essere replicata e conservata a tempo indeterminato senza problemi legati al deterioramento cartaceo
• Facilità e flessibilità assolute nella gestione di corrispondenze anche molto complesse grazie ad applicazioni dedicate
• Con la funzione quoting, in fase di risposta è velocizzata (con i copia e incolla) la possibilità di citare il testo a cui si risponde, per maggior chiarezza
• Sono possibili nuove applicazioni future (ad esempio l’integrazione voce-video, possibilità di “incapsulare” nella lettera impostazioni grafiche che non impongano il ricorso ad altre applicazioni ecc.), mentre la posta tradizionale non mostra possibilità di miglioramento sostanziale
• Reperibilità perenne del destinatario, a patto che si colleghi regolarmente…

Svantaggi (salvo aggiornamenti in corso)della posta elettronica rispetto a quella tradizionale:

• Selettività: può raggiungere solo chi possiede un computer, un modem, una linea telefonica, un programma adeguato e l’accesso ad un servizio telematico
• Intrinsecamente meno sicura: ogni protezione informatica col tempo viene superata
• Più impersonale per la mancanza di un riscontro calligrafico o di elementi grafici personali
• Impossibilità di allegare realtà “fisiche”
• Attuale impossibilità di attribuire valore legale a documenti (ad esempio contratti e fatture) inviati tramite posta elettronica
• Stile di composizione mediamente poco elevato e ragionato, linguaggio colloquiale
• Presenta ancora aspetti ostici nell’utilizzo di funzioni avanzate (es: codifica di files allegati)
• Necessità di un’attrezzatura secondaria per riportare un eventuale documento su supporto cartaceo (stampante, carta, programma con cui è stato creato il documento)
• Impossibilità di documentare l’avvenuto invìo
• Condanna del destinatario ad una quotidiana perdita di tempo dovuta ai tempi di connessione, a meno che non resti costantemente in collegamento… il che fa salire i costi
• Eccessiva reperibilità del destinatario, spesso schiacciato da “quintali” di e-mail!

Annunci

marzo 25, 2007 Posted by | e-mail:uso e abuso | Lascia un commento