Mangox World

Just another way to communicate

Ai confini della lealtà [virtuale… s’intende]

Marzo 1997

Tutto cominciò in sordina, quindici, vent’anni fa. Era sembrato a tutti (o quasi) solo una stranezza, una curiosità, dedicato ai videogiochi, salvo le applicazioni tipiche per le industrie, dove già imperava il “calcolatore”.
Forse è stata la complicità della televisione a non farci accorgere che la rivoluzione informatica era già in atto. E ormai ci siamo dentro fino al collo, fino ad esserne strozzati.

monnezza-virtuale.JPG

Continua a leggere

marzo 21, 2007 Posted by | CD ROM, certificazioni | Lascia un commento

Quale…qualità

I più accaniti sostenitori di vendita della qualità sono appiattitori acerrimi della stessa quando devono pagarla.

Si è parlato così tanto di qualità che sembra un argomento “scontato”, nel senso di acquisito. Ma in pratica come stanno realmente le cose? Che cosa si è ottenuto con le certificazioni di qualità?
Le società che si sono fatte certificare hanno avuto “ufficialmente” il riconoscimento che occorreva per le normative della Comunità Europea, per la ISO 9000, 9001, 9002 e tutta la serie a venire. Si possono sentire assolte, a posto, conformi agli standard richiesti. Per la certificazione hanno pagato le società in grado di certificare – si spera opportunamente abilitate a farlo. Tutti sono felici e contenti fino a quando non si “inventano” nuovi standard, dettati dalla tecnologia, dalla sicurezza, dall’ecologia, dalle esigenze di uniformarsi alla legislazione dei Paesi che devono acquisire merci e beni.
Per i servizi, dovrebbe valere lo stesso discorso. La certificazione sarebbe gradita, forse anche utile, ma a volte non è richiesta nemmeno l’abilitazione all’esercizio di una professione, o la creazione di un albo. Anzi, pare che la tendenza sia l’abolizione di albi professionali, in taluni casi considerati come lobbies.
Continua a leggere

marzo 21, 2007 Posted by | certificazioni, qualità, servizi vendita | Lascia un commento