Mangox World

Just another way to communicate

Dove sta andando la Borsa?

In natura nulla si crea, nulla si distrugge. In finanza tutto si crea e tutto si distrugge.

Visto l’andazzo del momento, bisognerebbe parlare di Borsa-Malori, più che di Borsa-Valori…

Le crisi sono fisiologiche? I responsabili dei crack restano impuniti? La crisi è diversa da quella del 29… dobbiamo rallegrarci per la differenza?

 

E’ da un po’ di anni che – sentendo parlare impiegati e direttori di banca, promotori finanziari ed economisti –viene citata la parola “prodotto” per indicare un’operazione o un pacchetto delle stesse che, a fronte di un prezzo di esborso, restituisce un risultato (sperabilmente positivo). Nasce, e si applica di conseguenza, una pittoresca terminologia degli investimenti che simula il ciclo delle stagioni…

 

diversificazione       orticello            crescita         frutto

 Si è mai visto che da una moneta seminata o investita possa nascere una qualsiasi forma  di piantina di qualsiasi natura? (Pinocchio lo credeva, quando sotterrò le sue monete d’oro su suggerimento del gatto e della volpe, e sappiamo com’è andata a finire.)

E allora, di fronte a quest’evidenza che qualsiasi deficiente può condividere, perché in tantissimi (proprio tanti su scala mondiale) hanno creduto di potersi arricchire partecipando alla finanza creativa? La risposta mi pare semplice: la (mala)fede, l’egoismo, l’insaziabilità, l’illusione di diventare ricchi e di godersi la ricchezza per varie vite.

Ho conosciuto personalmente un individuo che si vantava di essere così ricco che sarebbero occorse varie generazioni per “dilapidare” il patrimonio da lui accumulato. Questa è l’etica? E – ironia della sorte nonché (s)hit-parade della faccia tosta – i rampolli dei “ricchi” fanno un convegno sull’etica…

Incredibile! Non si sa bene come i padri abbiano fatto la loro fortuna… ma i figli intendono moralizzare il patrimonio e il mercato ripristinando regole, forse più volte calpestate dagli esimi genitori. Un’operazione analoga a quella della malavita organizzata che, costi quel che costi, vuole pulire il denaro sporco, investendo in attività lecite.

 E nella finanza ora accade la stessa cosa…  Tutti (tranne i risparmiatori) sapevano, tutti hanno approfittato, speculato, giovato della finanza creativa ed ora che è scoppiato il “bubbone” si rimettono le regole e… chi ha avuto ha avuto e chi ha dato ha dato.

 L’instabilità delle Borse mondiali è l’ennesima riprova che le bestie fameliche sono ancora a banchettare, speculando e ..culando.

Accada quel che accada, la priorità è il loro interesse. E perché dovrebbe essere diversamente?

Per carità cristiana, per amore? Non siamo ridicoli…

Tutto come prima, come al solito, come sempre…

 

P.S.

Già nel 2001, Beppe Grillo si occupò indirettamente del problema del risparmio, scrivendo la prefazione al libro  “Il Risparmio Tradito” del prof. universitario Beppe Scienza. Che il grillo parlante abbia doti profetiche?

 

il cannocchiale

ottobre 18, 2008 Posted by | Borsa, crisi, recessione, risparmio | , , , , , | 4 commenti

E se Bersani… (e sottolineo se)

Indagasse sulle agenzie immobiliari?
Censisse le escort?
Riaprisse le Case ?

mi pare che da un po’ di tempo Bersani non faccia più parlare di sé e non scandalizzi con proposte, ritenute a torto o a ragione, troppo creative, fantasiose e pittoresche.
Allora gliene propongo qualcun’altra. Procediamo con ordine…
Continua a leggere

ottobre 7, 2007 Posted by | agenzie immobiliari, Bersani, Borsa, casìno, Eroslandia, escort, guardia di finanza, ICI, investire in mattoni, pace dei sensi, riapertura case di tolleranza, speculatori, tentazioni, Uncategorized | Lascia un commento