Mangox World

Just another way to communicate

Buon 2011

Libertà di pensiero, d’opinione, di parola e soprattutto di critica.

La nostra è una Repubblica Democratica. Quest’aggettivo è così abusato che tutti i Partiti intendono appropriarsene.
Tutti litigano… anche all’interno dell’opposizione.

Il PD, che dovrebbe essere il partito democratico per eccellenza, spesso è poco efficace e potrebbe essere definito

Ma a dire il vero democritici ed insoddisfatti lo siamo tutti.

Libertà di critica… certamente.

Io chiedo e richiedo.
Se non ci sono fondi per tutto, dove si prendono i soldi?
Rifacciamo un furto nei conti correnti degli Italiani?

Perché non continuiamo con la caccia agli evasori, senza condonare alcunché?
Che fine ha fatto il dischetto contenente i nomi dei titolari dei conti correnti esteri?
E la caccia agli evasori?

Perché i partiti non riducono le spese e quindi i rimborsi?
Assurdo! Hanno una struttura ed un’organizzazione come una grande società. Sedi, distaccamenti, sezioni, sottosezioni ecc. con numeri di telefono, fax, e-mail, affitti ed utenze da pagare, personale a carico (assunti regolarmente?, ma che mestiere è la politica. Gestire la società a spese dello Stato e nel frattempo pagarsi per l’attività politica.)

Quante sono le associazioni di volontariato che si mantengono con i proventi delle raccolte di beneficenza? Mantengono prima se stessi e le spese di struttura e poi amministrano il rimanente (che è sempre meno, poco ed insufficiente).

I Partiti non hanno mai crisi fin quando non spariscono…

Qualcuno (credo Tabacci) ha osato proporre di dirottare per la causa dell’Università 40 milioni di euri, sottraendoli al finanziamento pubblico dei partiti che da un bel po’ è stato truccato da rimborso spese elettorali.

Penso che sia scampato a stento all’ira dei colleghi (TUTTI), che ovviamente hanno difeso la loro posizione, ma questo gli universitari lo sanno?

Perché gli studenti credono che distruggendo la proprietà altrui (vetrine, auto, teste umane ecc.) potranno sensibilizzare i politici e quindi risolvere i loro problemi?
Perché non danneggiano le auto “personali” dei giudici?

Se del loro futuro si tratta, si rivolgano a chi con presunzione ha fondato un partito che si chiama Futuro e Libertà.

Tutti i politici parlano dei problemi del Paese, del benessere degli Italiani. A me pare che tutti si occupino dei loro affari (stipendi, pensioni, benefits, posti di lavoro, raccomandazioni, appalti ecc) e sembrano ossessionati dalle infiltrazioni mafiose che “inquinano il mercato del lavoro”.
Loro quindi sarebbero i puliti, i detergenti e anche quando vengono “pescati” hanno tutto il tempo di completare le loro manovre, fino al completamento dei tre gradi di giudizio.
Che ingiustizia, però, direbbe un calimero mafioso. Appena uno è in odore di mafia, viene bandito e gli vengono confiscati i conti, i beni ecc.
E ai politici? No, a loro no. C’è il parlamento, il partito che copre…
Allora non potranno mai redimersi e mettersi in affari più puliti della droga, della prostituzione o di armi?

Sono stufo di sentire i dibattiti politici, i talk show dove si esibiscono giornalisti, ministri o capi e responsabili di Partito. All’inizio erano più divertenti di Zelig, ma è ora di cambiare (comici, battute e…risse)

A proposito nel nuovo governo, appena ce ne sarà uno, bisognerebbe aumentare il numero dei Dicasteri. Oltre ad un Ministro della Difesa ci vorrà un Ministero dell’Attacco o della Lite.

Assieme ad un ministro della Giustizia, avremmo bisogno di un Ministro per la rissa.
Assieme ad un ministro delle Pari Opportunità, avremo bisogno di un Ministero per la gestione della Sfiga Comune.

A volte sento delle discussioni al calor bianco di politici (uomini o donne) che mi fanno dubitare della loro logica.
Parole bellissime, discorsi forbiti, parole “nuove” come narrazioni e altre cazzate del genere, si cerca di affascinare con i bei discorsi. Sono tutte chiacchiere…
I soldi sono pochi e la macchina dello Stato è pesante e i loro privilegi non si toccano. Parentopoli impera. La corruzione è regola. Le raccomandazioni sono un must. I sindacati hanno difeso tutti i lavoratori indistintamente (fetenti e lazzaroni inclusi) ed ecco il risultato: a MARPIONNE ora danno ragione perfino Fassino e D’Alema, tanto per citare i rappresentanti della sinistra.

Dove andremo a parare?
Che roba ridicola! Obama vuole europeizzare l’America per le social security come l’assistenza sanitaria, alla Cina noi rimproveriamo condizioni “unfair” per i loro lavoratori e in Italia, un Marpionne solo per il fatto di dover straguadagnare e fare il manager Fichissimo in nome del Profit se ne approfitta, “ricatta” e vuole “USAre” i lavoratori.

La globalizzazione ha fatto sì che ti ritrovi cinesi, indiani, russi ecc. in casa tua ad offrirti a molto meno quello che credevi di saper fare solo tu artigiano o imprenditore italiano. Non sei più un imprenditore, bensì solo un “in-prenditore”, nel senso che sei fottuto dalla concorrenza extra europea.
Diritti, tanti diritti. Doveri: pochini.
Diritto alla scuola, all’istruzioni, senza pianificazione. Ci ritroviamo a valanghe ingegneri, medici, filosofi, professori, tutti intellettuali e non abbiamo la copertura per i lavori manuali. E grazie dobbiamo dirlo alle badanti, agli extra comunitari che fanno i lavori che non abbiamo disdegnato negli anni del dopoguerra.

Tutto si può dire del Berlusconi tranne che sia un ingenuo. Lo sa benissimo che deve resistere per non essere crocefisso da magistratura, avversari, nemici e chissà da chi altro. Sul suo passato si formano le ipotesi più affascinanti come quelle sulla razza umana che sarebbe frutto di esperimenti di alieni (…avrebbero modificato il nostro DNA ecc. vedi Focus- Novembre 2010 e secondo me non c’è nulla di esaltante anche in questa ipotesi, perché il problema del Creatore non sarebbe comunque risolto…)

Ma anche gli altri fessi non sono. Si sono tutti aggiustati quattro uova in un piatto (democritici inclusi).
Se gli studenti si incazzassero un po’ di più per i benefits dei parlamentari (pensioni e vantaggi vari…)
I politici e affini (operativi o occulti) stanno tutti bene, specialmente le cariatidi più anziane.
Vi ricordate De Mita, Di Lorenzo, Poggiolini? L’elenco sarebbe lunghissimo…
Stanno tutti bene di salute e soprattutto di “tasca”.
Il tempo è la medicina universale. Ci si dimenticherà dei casini fatti da chi fa di tutto per restare protagonista della scena politica, ci si è dimenticati dei disastri dei partiti della prima Repubblica.
Non è vero che l’Italia non cresce…e che è al 179esimo posto per il PIL (prima di Haiti).
L’Italia è la prima a produrre caos, partiti, correnti, movimenti, casini, bordelli, critiche, litigi, talk show, dibattiti, trasmissioni stupide ed inutili ecc.
E vi pare poco?
Ma ve lo immaginate quanto movimento di danaro questo comporti? Come gli sms dei ragazzini, delle belle chiacchierate al telefonino…

E i critici, i comici, gli acrobati della satira come vivrebbero?

I vari Crozza, Litizzetto, Cornacchione, i Grillo, i Travaglio, i Vauro. Poverini! Devono fare uno studio continuo e severo della realtà che li circonda per essere divertenti o dei rompimarroni in tempo reale.
E senza spettegulezzi come vivrebbero, Santoro, Floris, Dandini e company?
E come farebbero Feltri, Belpietro a fare titoli che spingono i lettori all’acquisto…
Senza dossier e spiattellamento dei “cavoli” altrui come si venderebbe la stampa gossippara?

Lunga vita al Cavaliere da parte di tutti i suoi beneficiati.

D’altra parte gli si rimprovera un decadimento della qualità della vita, per le sue televisioni di Merdiaset. Ed allora cosa bisognerebbe fare all’inventore di Facebook e di altri social network che stanno trasformando i nostri giovani (a volte mica tanto giovani) in appagati frequentatori di salotti virtuali con sputtanamento e supercazzola alla Tognazzi? Una tribù inutile di nullafacenti, ridanciani, insulsi, poco spiritosi e molto spesso “analfabeti o semi…”
Una volta questa funzione di pettegolezzo veniva svolto da cameriere, portinaie e soprattutto dalle “pettinatrici” che si recavano a casa delle signore. A Napoli, venivano chiamate “capère” (pettinavano la testa o capo). E poichè dovevano comunicare “segreti” di Pulcinella che immancabilmente venivano ritrasmessi, parlavano sottovoce e bisbigliavano di proposito. Dal suono prodotto “nciù, nciù… nciù” derivò il termine onomatopeico di “nciucessa”, trasmettitrice dello “nciucio”, che originariamente stava a significare pettegolezzo, notizia del momento su persona chiacchierata e che veniva regolarmente arricchita dal nuovo referente con altri particolari verosimili, ma non veritieri.

In politica, qualche politico terrone, (forse D’Alema?) ha introdotto questo termine modificandolo in inciucio, per significare un’accrocchiata di accordi non proprio puliti e trasparenti…

A questo punto mi chiedo:
Gli Italiani hanno bisogno di cambiare?
Sì.
Chi è in grado di guidarci? Le new entries

I ROTTAMATORI sono certamente più adatti anagraficamente.
Ma possiamo fidarci?
Come faranno? Ce lo spieghino con parole semplici, senza favole e narrazioni…

E soprattutto ci dicano come terranno lontano i vecchi toponi-roditori dalla res publica (con quali pensioni d’oro e quali incarichi occulti)

dicembre 31, 2010 - Posted by | Uncategorized | , , , , , , , , , , , , , ,

1 commento »

  1. Ottimo Mangox te l’appoggio su tutti i fronti. Questi tromboni di politici, i più pagati del mondo e i più inefficienti, non sono più in grado di proporre nulla. Di fronte a una crisi GRAVISSIMA, con una generazione di giovani condannata al precariato a vita se non addirittura alla disoccupazione, questi stanno a fare balletti, corteggiamenti a luci rosse e a mazzette per qualche voto di sopravvivenza. Qui ci vorrebbe una rivoluzione che seppellisca questi CIALTRONI PER SEMPRE.

    Commento di ED | gennaio 3, 2011 | Rispondi


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: