Mangox World

Just another way to communicate

Governo…ombra? Di chi o di che?

 

Potere dell’autosuggestione! Il meccanismo della mente è proprio perverso.

Un partito perde l’elezioni. E anche malamente. E si consola formando il governo ombra…

Una volta sentii D’ALEMA che si consolava dichiarando “ abbiamo vinto l’opposizione“.

Questa volta ci si consola con la formazione del governo ombra. Ma che vuol dire?

Anche se mi sforzo e lo voglio immaginare come un governo parallelo, qual è la differenza? A me sembra che il nome più giusto sia governo-farsa, come una commedia o una sceneggiata

Allora il fenomeno  Beppe Grillo, come lo definiamo? Penombra? Mezzatinta o cos’altro?

Forse che giocando all’attribuzione dei ruoli “ministeriali”, l’opposizione ha più efficacia? Viene meglio  o è più forte? Forse che l’esclusione di qualcuno, come Di Pietro che si tira fuori o non viene “invitato”, significa qualcosa – dietrologicamente parlando?

Ma si assegnano anche uno stipendio supplementare o gli basta l’emolumento/stipendio che gli passa il loro partito? (rigorosamente finanziato dallo Stato, cioè da noi). E se non hanno un vantaggio monetizzato  “cui prodest” ?

Perché si possa parlare di ombra bisogna che ci sia luce. Speriamo che il governo ufficiale sia “solare” abbastanza. E, a dire il vero, dell’ombra si sente la necessità solo per ripararsi dalle “scottature”.

Le ombre hanno da sempre avuto connotazione negativa. Il regno delle ombre fa un po’ paura.

Francamente, non mi sento abbastanza preparato a capire la fine differenza fra governo-ombra e “opposizione”.

Ma poi, che cosa vuol dire opposizione? Bisognerebbe parlare piuttosto di “controllo dell’operato della maggioranza” o di chi ha vinto le elezioni. E qualcosa mi dice che ce ne sarà ancora bisogno…

Leggi ad personas o ad personam a parte, il potere fa eccitare anche chi è stato abbandonato dagli ormoni e dai piaceri della “libido”, temporaneamente riesumabile solo con massiccie dosi di Viagra. E poi, non dimentichiamolo, c’è il dio Danaro che ci fa letteralmente impazzire tutti, indistintamente. Forse perché il nostro “ego” è fesso e si crede eterno e indistruttibile. Ho conosciuto gente che sa di essere talmente ricca da dichiarare sbruffonamente che occorrerebbero varie generazioni per poter sperperare il patrimonio che hanno accumulato. E pagano anche le tasse… (forse, non correttamente).

Non voglio entrare nel merito dell’efficacia, dell’efficienza e della validita dell’esistenza di un governo ombra. Ma sono tutte queste “invenzioni”, questi artifici, queste “stronzate” che mi mandano in tilt.

Enfatizzare la differenza fra avversario e nemico politico, specie quando bisogna fare il “coccodrillo” a un defunto del partito oppositore, è quanto di più ipocrita possa esistere. 

Tre sono le cose:

1) non si vedeva l’ora che il de cuius schiattasse

2) la di lui dipartita ci lascia completamente indifferenti

3) bisogna inventarsi o individuare nuovi “avversari”

Più che un governo ombra, forse sarà un governo-ombretta (de vin), di ubriachi per la legnata delle elezioni perdute. C’è chi elegantemente ci priva della propria immagine (specie televisivamente parlando…), ma dal punto di vista economico, non avrà alcuna sofferenza. Le pensioni sono maturate, i fringe benefot (non benefit) restano. Il rispetto ed il prestigio restano, il potere anche, specie quello di raccomandare…

Per l’assenza di molti non soffriremo… 

Ed i premi di consolazione, di cui nessuno osa parlare, vengono assegnati per default. Ad esempio, le mansioni di consolazione (profumatamente pagate) che vengono assegnate ai presidenti della Camera o del Senato uscenti (pensione a parte…)

E’ inutile fare gli “sborroni” filantropi…

Degli operai della Fiat o altre Aziende,  nessuno di quei signori che in loro nome si battono e “battono” cassa a politici e sostenitori se ne può fottere abbastanza.

Di governo ce n’è uno e ci basta. Speriamo che rinsaviscano.

Se, poi, un governo ombra ha proprio da essere, è bene che chi lo vuol formare si avvalga di persone valide, di stazza moralmente e politicamente imponente. 

Forse anche fisicamente, perché con i Fassino (nulla di personale… e ottima persona) si fa poca ombra…

 

 

 

maggio 11, 2008 - Posted by | campagna elettorale, di pietro, elezioni, fringe & benefits, governo-ombra, ministri, onorevoli, politica, riduzione Ministri, spartizioni | , , , , , ,

9 commenti »

  1. Bell’articolo, sagace e inspettivo allo stesso tempo.Voto:9+.
    Xchè non 10?
    Cita x esempio le leggi ad personam di Berlusconi, ma non cita la giustizia ad personam, o la giustizia ininfluente.
    Vede, sento parlare e scrivere di politica tutti i giorni svariate ore. Ma mai o quasi vedo puntare il dito sulla causa principale dei malesseri italiani. sul vero cancro che impedisce uno sviluppo + sereno e civile del ns paese. Anche fra gli argomenti qua a lato vedo poco sul vero mostro.
    Uno stato “si regge” su 3 poteri(e questo lo sanno anche i bambini). Se uno qualsiasi di questi 3 poteri non funziona è come un palazzo con fondamenta inadeguate: prima o poi crolla. In Italia uno dei 3 è assente. Quale? Mi verrebbe di lasciare l’interrogativo e lanciare un sondaggio.
    Anzi glielo lascio. lei mi scrive, e io le rispondo. vediamo se interagiamo o devo solo leggere le sue.
    Cordialmente
    Ciro Smiraglia

    Commento di Ciro Smiraglia | maggio 12, 2008 | Rispondi

  2. Sorridiamoci su Mangox, in realtà ci sarebbe da piangere lacrime amare. A sessant’anni dalla fine della guerra l’Italia non è ancora una democrazia compiuta. Le maggioranze e opposizioni che si alternate hanno dato e cotinuano a dare spettacoli indecorosi di fronte a tutto il mondo, senza dare risposte alle necessità del paese e alle aspettative della popolazione. Non è giusto far di tutta l’erba un fascio, ma dall’avvento della seconda repubblica e dalla discesa in campo del berlusca, che questo Paese doveva salvare dalla catastrofe comunista, altro non si è visto se non una collezione di primati negativi. Ultimi in tutti i parametri importanti che contano, crescita economica, scuola, sviluppo, investimenti, ma primo nelle inefficienze, nei costi, nei privilegi. La casta dei politici è improponibile sia a destra che a sinistra; ma l’ora è scoccata, le scappatoie sono finite. O i problemi si risolvono strutturalmente o succede una rivoluzione. Il Paese è allo stremo, le furberie e le volpinate del marketing e della politica spettacolo non convincono più, ci vogliono i fatti e fatti vogliono dire €€€, una piu’ equa ripartizione delle risorse economiche e servizi per i cittadini. E’ il momento del fare, chi ha vinto governi per il bene del paese e chi ha perso faccia l’opposizione all’ombra, al sole, non importa… la cosa più normale è che ci sia il confronto aspro ma leale e si svolga nel posto preposto, IN PARLAMENTO. L’importante è che si facciano le scelte di cui il Paese ha bisogno, ma forse bisognerà attendere l’ennesima caduta degli dei e la nascita della terza repubblica. Cordialmente ED

    Commento di Edoardo | maggio 12, 2008 | Rispondi

  3. Caro Mangox, permettimi di chiamarti affettuosamente e rispettosamente “zio” ( ho visto la tua foto sul blog). Mi tocca farti un corso accelerato sui poteri dello stato, perché mi sembri impreparato ad interagire con il signor Ciro?
    Dunque. I tre poteri dello stato sono comunque ripartiti nei seguenti cinque punti:
    1) Potere legislativo: fare le leggi. Sì, lo so, l’avevi già detto che se le fanno ad personam (ed anche personas).
    2) Potere esecutivo: farle eseguire. Ovviamente ci vogliono i soldi per la benzina, e anche se quelli del punto uno dimenticano di prevederli in finanziaria, la colpa è sempre delle forze dell’ordine che non sono abbastanza in forma (fisica) per correre (a piedi) dietro ai delinquenti. Gli hanno pure dato cinque euro di aumento al mese, e che cavolo! Sempre a zonzo con queste macchine a consumare benzina, vergogna! Ah, dimenticavo: non fare accenno all’indulto, altrimenti il signor Ciro potrebbe prendersela a male perchè la sua parte politica l’ha votato. Ma di quale parte politica sarà il signor Ciro? Non importa, tanto l’indulto l’hanno votato tutti, quindi anche i suoi.
    3) Potere giudiziario: giudicare se la legge è stata rispettata.
    Eccolo qui! Secondo me (lui, il signor Ciro) voleva prendersela con la magistratura, scrivendo (tu, come Mangox) che in Italia non c’è per niente. In effetti aveva quasi cominciato, ma poi magari ha avuto paura a metterlo nero su bianco, chissà. Mica tutti hanno il coraggio di “esporsi”… Però se facciamo un bel sondaggio, forse, nella mischia un colpettino di tosse potrà anche farlo.
    4) Potere di informare: questo puoi anche non studiarlo, perchè il signor Ciro non sembra un frequentatore di siti grilliani e quindi non ti chiederà di interagire anche sul giornalismo.
    5) Poteri occulti: Taci per carità…. Per fortuna devi interagire solo su tre punti.
    Mangox, hai capito tutto? Sei pronto a interagire? Bene: adesso puoi anche farlo nero!
    O magari, dall’alto della tua saggezza, stendi un’ombra attendendo l’effetto benefico del Lisopulcil, noto sciroppo per pulci con la tosse.

    Caro signor Ciro, come si permette di dire che uno dei tre poteri dello stato è assente?
    A-S-S-E-N-T-E?
    Conosce dei fatti? Li denunci! Le restano almeno due poteri dello Stato, a suo dire, a cui rivolgersi.
    E poi quello che non ha capito, nonostante la pseudo-lezioncina di educazione civica, è che le fondamenta del fabbricato sono TRE proprio per evitare che crolli: se uno viene meno, restano gli altri due.
    Invece di consigliaLe libri su caste e affini, Le suggerisco di andare fra un anno sul sito dell’agenzia delle entrate, a vedere quanto è fruttato il giornalismo populista di chi le denunce se le fa pagare a qualche decina di euro la copia.
    E già che si trova in libreria, si procuri qualche libro sui magistrati, politici e poliziotti che hanno dedicato la propria vita, spesso perdendola, a costruire quest’Italia in cui un emerito signor nessuno un bel giorno può accendere un computer e dichiarare impunemente che uno dei poteri dello stato italiano è ASSENTE.
    Molto poco cordialmente, abbia pazienza.

    Commento di Ghigno di Tarlo | maggio 12, 2008 | Rispondi

  4. Grazie al “nipotino” , testé adottato, per avermi dato lezioni, almeno così crede.
    Un po’ sfrontatello il nipotino, che mi dà dello “zio” solo per aver visto la mia foto sul blog.
    Ma visto che ha aggiunto” affettuosamente”, sarò benevolo e tollererò pazientemente…

    Mi sembra che abbia sufficientemente interagito con il signor Ciro.

    Il mio blog resta a vostra disposizione per ulteriori round, sempre nei limiti della misura, della correttezza e di uno stile sobrio e, possibilmente, divertente.

    In attesa di intervenire… “zio” Mangox

    Commento di mangox | maggio 13, 2008 | Rispondi

  5. Caro Sig. Ghigno di tarlo (ma è un nome? qual è il nome ghigno o tarlo?), ha ragione, non sono un frequentatore di siti “grilliani”, personalmente a Mangox ho dato 9+, a grillo gli darei un bel “insufficiente”. E’ e resta un comico. Ha una buona claque e un bel giro di gente che ride alle sue battute. Per il resto è un poveraccio che se la prende con tutti. Non l’ho mai sentito parlare bene di nessuno. Tanto basti.
    Quanto a Lei, caro tarlo (o ghigno se preferisce), io ci ho messo il mio nome e cognome sotto il mio commento; è lei che per scrivere ha bisogno di pseudonimi. Io no.
    E per interagire non intendo certo offendere o litigare, ma semplicemente colloquiare, costruire insieme, (prendere vocabolario e consultare la parola interagire).
    Non voglio dare lezioni di diritto pubblico a nessuno, ma qualcuna di costruzione edile posso darla: ad un palazzo, se cede una delle fondamenta, crea da una lesione strutturale, fino al crollo dello stabile. Che discorso è “se cede uno dei poteri restano gli altri due”?. Non lo sa che i 3 poteri sono separati x questo? nessuno degli altri 2 poteri può prendere il posto della magistratura. Quando una causa dura dai 7 ai 15 anni, quando un accusato esce per scadenza termini, quando un abuso edilizio resta tale x 10 anni e nessuno va ad abbatterlo xchè la causa non viene fatta, quando la corte dei conti non conta, quando un cittadino che per vedere rispettati i suoi diritti giustamente si rivolge alle autorità e poi vede prescrivere la causa per la lentezza della giustizia, ecc ecc potrei citarle migliaia di esempi (o è forse falso che la giustizia non funziona), quando tutto questo succede— e succede solo in Italia e nel terzo mondo— allora siamo di fronte ad una parte dello stato che non funziona.

    Per quanto riguarda i magistrati, politici e poliziotti (gli ultimi due ordini appartengono a poteri non oggetto della presente) che hanno dato la vita x il paese, tanto di rispetto. il mio commento non era rivolto a loro.
    Mi è piaciuto l’articolo di mangox in quanto evidenzia il ridicolo di alcuni personaggi, e siccome l’ho trovato molto intelligente, ho cercato, magari sbagliando, di colloquiare con lui. Con Mangox, non con te caro ghigno. Con te ho già visto che non ne vale la pena. E siccome non ho raggiunto il mio scopo, e non è stato gradito il mio commento, vi faccio un favore: smetto di scrivere.
    Stateve bbuon

    Commento di Ciro Smiraglia | maggio 13, 2008 | Rispondi

  6. Carissimo Signor Ciro,

    ho molto gradito la veemenza e la passione con cui ha risposto a Ghigno di Tarlo.
    Quando pubblico il commento dei miei lettori, può capitare che per motivi di tempestività, talvolta essi riescano ad “interagire” prima di me.
    Sono d’accordo con Lei. La giustizia non funziona, o almeno non sempre; quando sembra funzionare è lenta e, talvolta, si conclude quando la sentenza diventa inapplicabile per varie ragioni (soprattutto decorrenza dei termini). Partirò da un suo spunto che mi è piaciuto (…quando la corte dei conti non conta) per interagire con Lei e scrivere un articolo frizzante. Promesso e grazie.
    Non smetta di scrivermi e continui ad interagire con me. Mi fa piacere. Io pubblico sempre i commenti di tutti coloro che mi scrivono, tranne volgarità, insulti o cose del genere. Se ha avuto modo di leggere qualche altro articolo, si renderà conto che la voce “magistrati” è spesso ricorrente nei miei pensieri.

    Mangox

    Commento di mangox | maggio 14, 2008 | Rispondi

  7. Salve Mangox,apprezzo la sua risposta, e sono qui a scrivere, anche se devo dire, ci sono rimasto un pò male per l’intervento di ghigno, che probabilmente mi ha frainteso. Non sono un buon scrittore, e quasi mai intervengo sui blog o forum che siano. L’ho fatto e immediatamente mi sono quasi pentito. Ma aldilà di questo, sento di dover spiegare xchè di questo mio commento sulla magistratura, ad un suo articolo sul governo ombra. Sembrerebbe entrarci come i cavoli a merenda. In effetti… Proverò a chiarire, chiedendo umilmente attenzione su un argomento di tale vastità, difficile (per me) da spiegare in una lettera.
    L’aggancio è stato l’accenno da parte sua alle leggi ad personam.
    Ho 40 e passa anni, faccio l’imprenditore e per passione sono un osservatore della cosa Pubblica; cerco di leggere tra le righe collegando tra loro vari accadimenti che si susseguono nella società, siano essi di natura politica, economica e di cronaca, che poi messi insieme diventano STORIA.
    La storia italiana è piena di processi “scomodi” o viziati da influenze strane, dove la magistratura italiana non ha dato lustro di se stessa; da quelli a matrice terroristica viziata dai servizi (P.za Fontana), passando per gli aerei abbattuti (Ustica), a dighe che crollano (Vaiont), a politici che non vengono salvati (Moro), a altri che vengono salvati (cirillo), a Presidenti di corte di cassazione che addomesticano i processi di mafia (Carnevale), ai petrolieri che muoiono e dopo 20 anni ricevono 1000 mld dallo stato (rovelli), a Tortora (e centinaia come lui), al lodo Mondadori, il processo P2, fino a tangentopoli (che sarebbe da trattare con particolare riguardo)…. giusto per citarne una minima parte.
    Quanti diritti calpestati, dimenticati, nascosti…
    E che dire delle centinaia o migliaia di casi di corruzione della pubblica amministrazione, tipo mazzetta all’assessore? Il processo dura dagli 8 a 15 anni e spesso, il maldestro di turno, che intanto ha continuato allegramente a smazzettare, se la cava alla grande aiutato dall’oblio creato dal passar degli anni.
    Mangox!!!!!!! non si sta addormentando, vero? Spero proprio di no. Ho letto un altro suo articolo molto divertente; quello sui condoni. Sono d’accordo con lei: in termini di diritto, il condono non dovrebbe esistere. Purtroppo in circostanze particolari, diventa una strumento utile e (in qualche caso indispensabile).
    Domenica 27/4 us, su rai3, in serata hanno fatto uno special sullo sviluppo delle costruzioni a Roma, Parigi e Madrid. Parlavano di un tale che all’eur ha costruito più di mille appartamenti su un’area destinata a VERDE PUBBLICO. Il fatto avveniva nell’87/90. Questo GENIO fa in tempo a tirarli tutti su e a finirli quasi, prima che “qualcuno” se ne accorga e sequestri il cantiere. (evidente la connivenza degli organi preposti al controllo-in teoria sarebbero da arrestare anche loro). Finalmente arriva il sequestro e con esso il giudizio civile e penale. Purtroppo in Italia sono pochi 6 anni per stabilire che non si può costruire sul verde pubblico, e così arriva il condono del 94 (che, tra l’altro, limitava gli abusi sanabili ad un max di 750 mc pari a 250 mq. Anche qui, il genio ha condonato qualche centinaio di migliaia di mc. Come minchia ha fatto?). Ora mi chiedo: ma se non fosse arrivato il condono, quei palazzi, che fine avrebbero fatto? li avrebbero mai abbattuti? che mi risulti in italia i casi di abbattimento, da 30 anni a questa parte, si contano sulle dita di una mano. ecc ecc ecc ecc ecc.
    Tangentopoli? Ci nascondiamo dietro ad un dito, o riconosciamo che è stato solo un processo/omicidio a senso unico, teso solo a distruggere una parte della politica-economia italiana. Alla fine, chi ha pagato? Cusani? forse quella decina di funzionari o imprenditori suicidi?
    E Poggialini con i milioni sotto il sofà, e con 20 giorni di galera si è guadagnato libertà e 2 pensioni?
    E Tanzi? I politici tradiscono il popolo, Tanzi per smazzettare i politici manda in bancarotta la Parmalat e fotte i risparmi di migliaia di persone. 6 mesi di galera ed è tornato sul suo yacht. E’ un serpente che si morde la coda. E la magistratura? rinvia, tanto il tempo cancella tutto!!!
    Ma di cosa vogliamo parlare.
    Carissimo Mangox, è desolante lo so; cercando di tornare ad un ragionamento logico (ci provo) siamo di fronte a un sistema dove non c’è certezza del diritto, dove se infrangi le regole puoi sistematicamente svangarla. Automaticamente, in una società dove accade questo, si insinua melliflua e subdola l’anarchia fino a palesarsi in un decadimento morale e intellettuale dei governanti, che, senza vergogna e pubblicamente,fanno quello che sappiamo. Addirittura minacciano il partito di governo di formare un governo ombra con lo scopo di “controllare”. Poi nasce un problema: chi controlla il controllore?
    Mangox, in un sistema così, assumono una loro logica anche le leggi ad personam ! LEGITTIMA DIFESA
    Ogni tanto in Italia nasce un uomo illuminato. Mi auguro che il prossimo sia un grande statista, magari un magistrato.
    Spero di non averti annoiato e di aver chiarito il mio commento anche al Sig. Ghigno di tarlo
    Buona notte
    CS

    Commento di Ciro Smiraglia | maggio 15, 2008 | Rispondi

  8. Salve Mangox,salve ghigni di tarlo, sempre in merito al discorso magistratura, vi prego di leggere lo scritto qui di seguito. Spero anche che abbiate visto l’art. sul processo tortora, uscito oggi su libero . A risentirci

    <>
    Che ne pensi Ghigno?

    Commento di cirosmiraglia | maggio 18, 2008 | Rispondi

  9. Purtroppo non mi ha preso il copia/incolla; mi riferivo al processo bassolino che dopo 7 mesi è al 2° rinvio in attesa della prescrizione. Andate su google e dicitate”processo bassolino”.
    Bye bye

    Commento di cirosmiraglia | maggio 18, 2008 | Rispondi


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: