Mangox World

Just another way to communicate

L’effimero, il superfluo e …l’inutile

Un’epoca strana, la nostra… piena di problemi, sicuramente come nel passato, ma con una variante: il benessere, parola che – beninteso – non vuol dire salute ma semplicemente “abbondanza”. C’è abbondanza di tutto: di viveri, di bevande, di sigarette, di donne, di droghe, di deviazioni, di delitti, di soprusi, di corruzione, di cattiverie, di guerre, di gossip e… chi più ne ha più ne metta.
Diventa doverosa l’ostentazione, è obbligatorio sembrare più che essere, crearsi l’immagine più che la vera consistenza, frequentare più chi ha che chi è. La misura dell’uomo è diventata la cilindrata dell’auto e della moto, il conto in banca, la quantità e la qualità di abiti firmati che indossa, la zona e la casa in cui abita, il computer, il cellulare, il navigatore satellitare, le cariche politiche, l’home theatre, le vacanze esotiche ecc. ecc.
Per giunta, il luogo delle vacanze e lo stipendio annuo che riesce a percepire rappresentano le stimmate del successo.
Continua a leggere

Annunci

maggio 25, 2007 Posted by | corruzione, deviazioni, disordine, donne, droghe, gossip, Infernet, ordine, superfluo | Lascia un commento

PRIVACY

La parola in sé, certo, fa molto ” chic”. Conferisce un tocco di aristocrazia e di intellettualità a chi la pronuncia correttamente, e un marchio d’ignoranza a chi la pronuncia male.
Forse era necessario regolamentare e tutelare la “privatezza” o riservatezza di alcune informazioni. Ma fin quando siamo presenti su elenchi telefonici, di associazioni, di società di servizi, camere di commercio, anagrafe ecc. niente può evitarci di essere oggetto di messaggi pubblicitari, offerte, telefonate di telemarketing e così via. E a nulla servirebbe secretare e criptare le nostre coordinate e i nostri numeri telefonici, perché il bombardamento continuerebbe comunque via radio e televisione.
Continua a leggere

maggio 25, 2007 Posted by | privacy, pubblicità persecutoria, riservatezza | Lascia un commento

QUANTO VALE L’ESPERIENZA?

Un riccone ordinò a un valente e rinomato ritrattista di eseguire un ritratto della sua sposa, senza chiedergli il costo. ll giorno concordato, dopo due ore di intenso lavoro, l’artista mostrò la sua opera alla signora e al marito. Entrambi ne rimasero conquistati perché era addirittura al di sopra delle loro aspettative. L’artista chiese 10.000 dollari come compenso per il suo lavoro. ll riccone rifiutò di sborsare quella cifra per due sole ore di lavoro e la questione finì in tribunale. “…Non le pare, signore, che 10.000 dollari siano effettivamente una richiesta eccessiva per un lavoro che l’ha impegnata due ore?, chiese il giudice all’artista. La risposta fu: “Niente affatto, Vostro Onore: per realizzare quel ritratto sono state necessarie due ore più l’esperienza di tutta la mia vita!”
Il giudice riconobbe il merito dell’esperienza.

Innanzitutto… che cosa è l’esperienza?
Continua a leggere

maggio 25, 2007 Posted by | esperienza, svendere, svendersi, tempo | Lascia un commento